Banche di Credito Cooperativo

Consorzio BCC Energia: nel triennio oltre 2,6 milioni di euro di risparmio in bolletta.

20 febbraio 2013, 18:57

Oltre 2,6 milioni di euro di risparmio in bolletta, in soli tre anni di attività. Questo il risultato  ottenuto da BCC Energia (il Consorzio del Credito Cooperativo italiano per i servizi energetici) a favore dei 100 associati (Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, Federazioni locali delle BCC) resi noti questa mattina a Roma nel corso dell’Assemblea annuale della società.

Un dato di tutto rispetto (il risparmio ha superato il milione di euro nei soli ultimi dodici mesi) che testimonia la validità della formula cooperativa abbinata ad un tema innovativo come l’approvvigionamento energetico, su grande scala. Il Consorzio BCC Energia difatti, nato nel 2009 con l’obiettivo di riunire i consumi dei propri aderenti in un unico “paniere” per acquistare sul mercato libero l’energia elettrica alle migliori condizioni, ha il proprio punto di forza nella possibilità  di rinegoziare il contratto di fornitura con la scelta del migliore offerente. Invertendo, in questo modo, il tradizionale rapporto tra utente (con poco o nessun potere contrattuale) e fornitore. Ad ulteriore sottolineatura dei vantaggi dell’iniziativa, il fatto che nel 2013 tutti i consorziati beneficeranno di energia da fonti rinnovabili certificate.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Le BCC per il risparmio energetico: anche per il 2013 adesione all’iniziativa “M’illumino di meno”.

13 febbraio 2013, 19:00

Il Credito Cooperativo italiano (il sistema delle 400 BCC e Casse Rurali)  aderisce per il quinto anno consecutivo alla iniziativa promossa dalla trasmissione “Caterpillar” di Radio2 Rai “M’illumino di meno” che invita a spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili nella giornata di venerdì 15 febbraio e, più in generale, ad adottare comportamenti virtuosi sul piano del risparmio energetico.

Saranno oltre 37  mila i collaboratori del Credito Cooperativo coinvolti nell’iniziativa, che vede la sua promozione sul territorio attraverso la sensibilizzazione delle Federazioni Locali delle BCC.

Sul territorio, molteplici le  forme di coinvolgimento che verranno adottate da parte delle singole BCC e Casse Rurali.  In particolare, in quella che viene definita “Eco day”, le Banche sono invitate a spegnere luci, apparecchiature non indispensabili, insegne luminose di sedi e filiali. Saranno distribuiti alla clientela “decaloghi ambientali” e brochure sull’utilizzo delle fonti energetiche rinnovabili, inserite comunicazioni ad hoc sulle pagine internet, organizzati eventi a “chilometro zero”, regalati gadget come lampadine a basso consumo, lampade a led con ricarica manuale, ecc.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: Rinnovato il contratto di lavoro

21 dicembre 2012, 20:05

Al termine di un confronto iniziato nel pomeriggio del 20 dicembre, dopo oltre un anno di trattative, Federcasse e le Organizzazioni sindacali del Credito Cooperativo hanno sottoscritto l’accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro degli oltre 37 mila  collaboratori delle Banche di Credito Cooperativo, Casse  Rurali, Casse Raiffeisen, Enti e Società del sistema BCC.

Si conclude così un negoziato difficile e che ha imposto alle Parti la ricerca di soluzioni impegnative e responsabili, in un contesto complessivo caratterizzato da instabilità e diffuse criticità in tutti i settori produttivi del Paese, con inevitabili ricadute anche sull’equilibrio economico delle Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali.

[…]

Nell’accordo di rinnovo del contratto si individuano infatti soluzioni, talune di rilevante portata innovativa, mirate all’irrobustimento ed allo sviluppo delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali, in linea con le specificità valoriali della cooperazione di credito, nella comune consapevolezza delle complessità generali del momento che vede le cooperative bancarie pagare il prezzo della coerenza dimostrata nel corso di questi ultimi duri anni di recessione restando a fianco dell’economia reale.

[…]

Il recepimento della cosiddetta riforma Fornero avverrà attraverso l’istituzione di una Commissione che deve armonizzare le norme del CCNL alle disposizioni di detta legge di riforma del mercato del lavoro entro il  2013, mentre per quanto riguarda il Premio di risultato viene introdotta, tra i criteri di calcolo che ne informano l’erogazione a partire dal corrente anno, una rilevante percentuale della voce di bilancio 130/A, relativa alle rettifiche sui crediti, in stretta correlazione con gli effetti sui conti economici delle BCC generati dall’attuale ciclo economico.

Altro punto qualificante dell’accordo di rinnovo è una prioritaria attenzione alla individuazione di strumenti - strutturali e negoziali - volti alla prevenzione ed alla risoluzione efficace delle tensioni occupazionali, nonché alla creazione di buona e stabile occupazione per i giovani.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Le BCC a sostegno della petizione per la tutela dell’azionariato popolare

14 dicembre 2012, 20:07

Il Credito Cooperativo italiano appoggia la petizione lanciata da alcuni cittadini e soggetti della società civile, coordinati dalla Banca Popolare Etica e rivolta al Ministro dell’Economia e delle Finanze Vittorio Grilli, per sensibilizzare il Governo affinché si reintroduca – mediante un emendamento da inserire nella Legge di Stabilità di imminente approvazione – l’esenzione dall’imposta di bollo per i depositi titoli anche di modesta entità (fino a mille euro).

L’esenzione era stata eliminata nel dicembre dello scorso anno all’interno della manovra “Salva Italia” penalizzando di fatto piccoli e piccolissimi risparmiatori. Fino ad oggi, infatti, chi acquistava azioni al di sotto dei mille euro – non come investimento finanziario ma per partecipare ad una impresa cooperativa, contribuire alla sua costituzione, intervenire in assemblea – non doveva pagare alcuna tassa.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: Il sistema di internal audit ottiene la “Quality Assurance Review” (Qar)

13 dicembre 2012, 20:09

Il Credito Cooperativo italiano (il sistema delle 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali) ha ottenuto la certificazione, da parte di un ente terzo indipendente, del proprio sistema di internal audit.

Nel biennio 2011–2012, difatti, l’intero sistema di audit  (che vede il ruolo fondamentale delle Federazioni Locali delle BCC in stretto coordinamento con Federcasse) si è sottoposto al programma di Quality Assurance Review (QAR) ottenendo l’attestazione dell’allineamento agli international audit standard per la pratica professionale.

[…]

La certificazione  si inserisce nel più ampio progetto del costituendo Fondo di Garanzia Istituzionale (FGI), strumento che ha come obiettivo quello di aumentare la resilienza delle Banche del sistema e di potenziare le già ampie ed originali tutele che il Credito Cooperativo offre ai propri soci, depositanti ed obbligazionisti.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, ,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: presentato a Roma il volume, “Civilta’ dei borghi. Culla di Cooperazione”

20 novembre 2012, 22:04

Si è tenuta questo pomeriggio a Roma, presso l’Auditorium della Tecnica, su iniziativa del Credito Cooperativo italiano, la presentazione del libro “Civiltà dei Borghi. Culla di cooperazione” (Edizioni Ecra), cui hanno partecipato il Governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ed il Presidente dell’Istituto della Enciclopedia Italiana, Giuliano Amato.

Il volume, che si apre con un saluto del Presidente della Repubblica Giorno Napolitano, attraverso le foto di Pepi Merisio ed un saggio del Presidente Amato intende valorizzare la storia, la cultura e l’attualità dei “borghi” italiani. Culla di cooperazione, come dice il titolo, ma soprattutto comunità di persone che hanno sempre trovato nella identità, nella tradizione, nella solidarietà, le armi vincenti per reggere le tante sfide della storia. Sfide che oggi si chiamano crisi economica, globalizzazione e molto altro. E verso le quali le Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali  si pongono, da un lato valorizzando le autonomie e le migliori tradizioni locali; dall’altro facendo “rete” e “sistema” per affrontare il futuro, consapevolmente.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: si è tenuta oggi a Roma l’Assemblea di Federcasse: "Civiltà dei Borghi. Civiltà della rete. La sorprendente energia della cooperazione per la nuova Europa"

20 novembre 2012, 13:03

Si è svolta oggi a Roma, presso l’Auditorium della Tecnica, l’Assemblea 2012 di Federcasse, l’Associazione delle 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane.

“Civiltà dei Borghi. Civiltà della Rete. La sorprendente energia della cooperazione per la nuova Europa”. Questo il tema che ha fatto da filo conduttore alla Relazione del Presidente Alessandro Azzi.  Una relazione incentrata su una approfondita analisi del presente (scenario di riferimento, nuove regole in discussione) per ribadire il  ruolo ed il  valore delle banche cooperative, espressione delle comunità locali e di quella Italia ingiustamente definita “minore”, per una nuova strategia di sviluppo del Paese. Anche in relazione ai grandi cambiamenti epocali che nel 2013 interverranno nel quadro normativo bancario dell’Unione Europea e verso i quali il Credito Cooperativo sta portando il proprio sostanziale contributo. 

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: interrotto il negoziato per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro. La posizione di Federcasse

26 ottobre 2012, 15:09

Nella serata del 24 ottobre  i rappresentanti delle Organizzazioni sindacali del Credito Cooperativo hanno ritenuto di interrompere il negoziato intrapreso con Federcasse per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro degli oltre 36.000 collaboratori delle Banche di Credito Cooperativo, Casse Rurali, enti e società del sistema.

La rottura del negoziato da parte delle Organizzazioni sindacali interviene ad oltre un anno dall’inizio delle trattative e dopo che Federcasse si era fattivamente adoperata nella direzione di scelte innovative e responsabili, per il consolidamento e lo sviluppo della Cooperazione di Credito,  nonostante il noto quadro di instabilità che caratterizza lo scenario economico complessivo.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2012: Le BCC ribadiscono il loro ruolo di sostegno al settore primario

16 ottobre 2012, 16:12

In occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2012, indetta dalla Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) che quest’anno ha per tema “Le cooperative agricole nutrono il mondo”, il sistema delle Banche di Credito Cooperativo (BCC Credito Cooperativo) intende ribadire l’importanza del settore primario e – con esso - il ruolo insostituibile sostenuto dalla cooperazione agricola per contrastare gli effetti più drammatici della crisi finanziaria in atto e disegnare possibili strategie di sviluppo.

In questo contesto, le BCC italiane ricordano la loro convinta, storica vicinanza – la denominazione originaria era Casse Rurali ed Artigiane - ad un comparto che si dimostra trainante per l’economia del nostro Paese: nel solo decennio 2001 - 2011, difatti, lo stock di credito erogato dalle BCC alle piccole e medie imprese agricole (soprattutto cooperative) ha fatto registrare una crescita complessiva del 215,4% raggiungendo gli 8,2 miliardi di euro.

In particolare, la quota di mercato delle BCC nel finanziamento al settore agricolo si è notevolmente accresciuto nell’ultimo decennio, passando dall’11,1% del 2001 al 18,7% di fine 2011 (l’8,8% degli impieghi alle imprese è destinato all’agricoltura). Il rapporto sofferenze/impieghi delle BCC nel comparto “agricoltura, silvicoltura e pesca” risultava, a dicembre 2011, pari al 3,8%, un dato notevolmente inferiore a quello registrato nella media del sistema bancario (8,3%).

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, ,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: impresa femminile e sviluppo. Un rapporto virtuoso utile al Sistema Paese

1 ottobre 2012, 16:14

E’ stata presentata questa mattina a Milano la Ricerca E’ lei il titolare? Uomini e donne nelle imprese artigiane (Edito da Ecra), promossa da Confartigianato Imprese Lombardia e Milano, con il sostegno del Credito Cooperativo e del Corriere della Sera.

L’indagine, curata da Sociologi e Ricercatori dell’Università Cattolica di Milano, si propone di sfatare una serie di luoghi comuni e stereotipi sull’imprenditoria femminile, la cui valutazione risente spesso di retaggi culturali del passato, mente l’evidenza dimostra come le aziende gestite da donne (oggi in Italia vi sono oltre 1 milione e mezzo di imprenditrici e lavoratrici autonome, di cui 400 mila nel solo settore artigiano)  hanno punti di forza originale che possono rivelarsi fattori competitivi importanti non solo per le aziende stesse, ma più in generale in chiave di sviluppo locale e di antidoto alla crisi.

[…]          

Lo studio è un esempio di social network analysis  realizzata confrontando cinque coppie di imprese lombarde  associate a Confartigianato simili per vari parametri (attività, territorio, dimensioni, fatturato, ecc.) ma differenti per il genere del titolare, uomo o donna.  L’analisi sociologica comparativa è stata realizzata procedendo a studi di caso attraverso interviste all’imprenditore/imprenditrice, ai soci e ai dipendenti delle aziende artigiane selezionate. Sono state indagate in particolar modo cinque macro aree tematiche: “Storie di vita, storie d’imprese”, “La quotidianità dell’essere imprenditrice”, “Strategie e innovazione in tempi di crisi”, “Organizzazione del lavoro e gestione delle risorse umane”, “Capitale sociale e associazionismo: la centralità delle relazioni”.

[…]

Nel suo intervento, il Presidente Azzi ha messo in luce alcuni aspetti salienti della ricerca: la “differente” capacità di relazione delle imprese femminili, un approccio più partecipativo verso i collaboratori, uno stile più cooperativo nella gestione. “Le imprese femminili che ci presenta l’indagine – ha detto Azzi – dimostrano una maggiore vitalità in questa fase di crisi, come anche una maggiore resilienza. Giocano, in questo caso, le capacità tutte femminili di gestire contemporaneamente i diversi aspetti della vita e del lavoro, ma anche una maggiore concretezza”.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: Progetto “Microfinanza Campesina in Ecuador”

26 settembre 2012, 16:05

È stato firmato a Quito (Ecuador) il nuovo accordo tra Federcasse (l’Associazione delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali italiane) e Codesarrollo (la banca di secondo livello del sistema delle oltre 800 piccole banche di villaggio) finalizzato a sostenere il processo di sviluppo dell’economia solidale e delle finanze popolari nel paese sudamericano, a dieci anni dalla precedente intesa con la quale si avviò il progetto “Microfinanza Campesina”.

[…]

In dieci anni, oltre 200 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali hanno messo a disposizione di Codesarrollo (per piccoli prestiti erogati dalle banche locali cooperative alle proprie comunità) oltre 40 milioni di dollari. Si tratta di finanziamenti erogati da Iccrea Banca e dalle BCC al tasso del 4 per cento, senza garanzie reali, assumendosi il “rischio di cambio” ed il “rischio Paese”, puntualmente restituiti a scadenza.

L’intento è quello di promuovere - attraverso la microfinanza – la cooperazione di credito ed i valori che ne sono alla base: il primato della persona, l’auto-aiuto, la democrazia economica e – più in generale -   il dialogo e lo scambio reciproco tra comunità all’interno del Paese e tra Paesi del Nord e del Sud del mondo.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Oltre 15 mila Kg di Grana Padano e Parmigiano Reggiano acquistati da soci e dipendenti del Credito Cooperativo

1 agosto 2012, 18:13

Sono oltre 15 mila i kg di Parmigiano Reggiano e Grana Padano acquistati da soci e dipendenti del Credito Cooperativo a sostegno delle popolazioni dell’Emilia e della bassa Lombardia colpite dal terremoto dello scorso maggio.

L’iniziativa, denominata “Rimettiamoli in forma” era stata lanciata dal Credito Cooperativo nei giorni successivi al sisma, in collaborazione con i Consorzi di tutela del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano e con le Federazioni Emilia Romagna e Lombardia delle BCC. Prevedeva l’acquisto a prezzi di mercato di forme danneggiate e non stoccabili. In particolare, sono ad oggi stati ordinati 12.826 kg di Parmigiano e 2.528 kg di Grana Padano.

L’iniziativa rientra in un più ampio programma di sostegno alle popolazioni colpite, che ha visto impegnate da subito sia le Banche del territorio coinvolte (soprattutto Banca Centro Emilia ed Emilbanca) che gli enti e le strutture centrali del Credito Cooperativo (Federcasse ed il Gruppo Bancario Iccrea).

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, , ,
Leggi tutto >>

4.5 milioni di euro per le micro imprese della Calabria grazie all’accordo sottoscritto tra il FEI e Banca di Credito Cooperativo Mediocrati (BCCM)

31 luglio 2012, 18:12

Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e la Banca di Credito Cooperativo Mediocrati (“BCC Mediocrati”) hanno siglato un accordo volto a sostenere le micro-imprese, in particolare i lavoratori autonomi della regione Calabria.

L’operazione rappresenta la 20° conclusa a livello europeo nell’ambito dell’iniziativa “Strumento Europeo Progress Microfinanza” (Progress Microfinanza) finanziata dalla Commissione europea e dalla Banca europea per gli investimenti (BEI) e  gestita dal  FEI.

BCC Mediocrati, già attiva nel settore della microfinanza, è il primo istituto bancario italiano a beneficiare di questa iniziativa. Grazie a Progress Microfinanza, la BCC Mediocrati fornirà fino a 4,5 milioni di euro di ‘micro prestiti’ a favore di circa 180 imprese locali, in particolare quelle gestite da donne, giovani, imprenditori autonomi e minoranzeetniche, che spesso sono escluse dal sistema bancario tradizionale.

L’operazione contribuirà inoltre al mantenimento dei livelli di occupazione ed alla creazione di nuovi posti di lavoro, stimolando l’imprenditorialità e lo sviluppo nel Sud Italia.

Le micro-imprese che desiderassero accedere ad un micro-prestito nell’ambito di Progress Microfinanza dovranno mettersi in contatto con le filiali di BCC Mediocrati che forniranno tutte le informazioni necessarie.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, , , ,
Leggi tutto >>

Le BCC lanciano la Carta della finanza libera, forte e democratica

9 luglio 2012, 19:21

“La crisi finanziaria ed economica globale ha anche dimostrato la resilienza di istituzioni finanziarie alternative come le banche cooperative e le credit unions”. Così il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, nel suo messaggio per la giornata internazionale delle cooperative che si celebra oggi in tutto il mondo. Un’affermazione confermata dai numeri e dai fatti, vista la capacità di resistenza e reazione delle banche cooperative, soprattutto in Europa, nella lunga e complessa fase di turbolenza che stanno vivendo ormai da quattro anni cittadini, debiti sovrani, imprese e banche.

E proprio per rinsaldare il “pensiero cooperativo”, e mentre la grande finanza internazionale si rivela responsabile di colossali truffe ai danni di milioni di famiglie e imprese, le Banche di Credito Cooperativo e le Casse Rurali italiane hanno lanciato la “Carta della finanza libera, forte e democratica” in dieci punti.

[…]

La finanza che vogliamo, e che siamo impegnati a realizzare – prosegue il Manifesto - deve avere dieci qualificazioni. Deve essere: responsabile, in particolare di dove investe il risparmio; sociale, attenta ai bisogni delle famiglie e delle imprese; educante, capace di rendere consapevoli e accompagnare; plurale, fatta di soggetti diversi e aperta a soggetti diversi; inclusiva e aperta; comprensibile, deve abitare le piazze, non i templi; utile, non autoreferenziale, ma al servizio; incentivante e capace di riconoscere il merito; efficiente e impegnata a migliorarsi al servizio dei clienti; partecipata, un luogo in cui in molti possano avere diritto di parola e di indirizzo”.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Si chiude la vicenda della BCC di Cosenza. Salvati i livelli occupazionali e la presenza territoriale

3 luglio 2012, 21:26

E’ stato sottoscritto nei giorni scorsi il contratto di cessione delle attività e delle passività della Banca di Credito Cooperativo di Cosenza, in amministrazione straordinaria dal maggio del 2010. Per effetto dell’intesa, i rami aziendali e tutte le altre attività della BCC calabrese sono state cedute a Bancasviluppo Spa (società del sistema del Credito Cooperativo) ed alla BCC Centro Calabria.

[…]

Nel merito, si tratta di una soluzione innovativa, che segna un precedente importante nella gestione delle situazioni di crisi aziendale e nelle stesse relazioni sindacali all’interno del sistema della cooperazione italiana di credito.

Si è giunti, con grande senso di responsabilità da parte di tutte la parti in causa (particolare riconoscimento va dato alla Federazione Calabrese delle BCC -  che si è impegnata fortemente per raggiungere una intesa di alto valore -  ed alle organizzazioni sindacali dei lavoratori coprotagoniste, insieme a Federcasse, delle soluzioni individuate) a quello che si può definire un “compromesso solidale”, ricercato nella tenace volontà di scongiurare un esito, sicuramente il più facile,  che avrebbe avuto ricadute drammatiche sul territorio cosentino e sul suo tessuto sociale.

[…]

“La vera sfida adesso – ha concluso Azzi – è lavorare perché l’intero sistema della cooperazione di credito calabrese possa ritrovare nuove energie per essere vicino ai territori, alle famiglie ed alle imprese, nella logica dell’efficienza e della trasparenza, lasciando alle spalle le problematiche che una parte del vecchio gruppo dirigente non ha saputo in passato evitare e che hanno causato il deterioramento gestionale, poi aggravato dalla crisi dell’ultimo triennio”.

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Microfinanza e cooperazione di credito per il Togo

21 giugno 2012, 10:10

Costituito un pool di 6 BCC (BCC del Garda, BCC del Veneziano, Emilbanca, Banca CRAS Sovicille, BCC di Roma, BCC di Treviglio) per un impegno complessivo di 1 milione ed 850 mila euro di finanziamenti agevolati. Nel solco dell’esperienza del progetto “Microfinanza Campesina in Ecuador” del Credito Cooperativo italiano.

Coopermondo-Confcooperative e Federcasse (BCC Credito Cooperativo) hanno siglato a Roma, con le principali organizzazioni di microfinanza e dei produttori agricoli del Togo, un Accordo di Cooperazione al fine di avviare un programma triennale di finanziamento alla filiera alimentare ed agricola del piccolo paese africano.

[…]

L’intesa ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita degli abitanti delle zone rurali (oltre la metà della popolazione togolese vive con meno di un dollaro al giorno) in un’ottica di scambio di esperienze e di competenze con il mondo cooperativo italiano, attraverso tre componenti: quella finanziaria (coordinata dal Credito Cooperativo e da Federcasse per favorire l’accesso al credito); quella agricola (per contribuire allo sviluppo del settore agricolo/zootecnico e della pesca, per migliorare il reddito e la qualità della vita del mondo rurale); quella socio culturale (per favorire uno scambio costante di informazioni e relazioni di conoscenza e riconoscimento reciproci, da proseguire nel tempo).

Per quanto riguarda la componente finanziaria, l’intesa prevede a regime un impegno complessivo di 1 milione ed 850 mila euro di finanziamenti agevolati, messi a disposizione da un pool di 6 Banche di Credito Cooperativo (BCC del Garda – in qualità di capofila, Banca del Veneziano, Emilbanca, Banca CRAS-Sovicille, BCC di Roma, BCC di Treviglio). Le risorse sono destinate principalmente a Fececav e Urclec, due Istituzioni di Microfinanza (IMF) togolesi, ed in gran parte destinate al finanziamento a medio - lungo termine di cooperative, associazioni, microimprese. Una prima tranche di 600 mila euro è stata erogata al momento della costituzione del pool (nello scorso mese di Aprile) ed è già stata impiegata per l’acquisto di sementi di gnam, soia, mais, motopompe e prime attrezzature utili a consentire di avviare prime piccole attività autonome di coltivazione e raccolto. Il grande valore di un processo di questo tipo sta, difatti, nell’essere basato sulla formula del credito (e non sull’erogazione di contributi a fondo perduto). Essenziale per il processo di crescita delle comunità locali è difatti innescare un percorso di fiducia e di corresponsabilizzazione, che migliora le competenze e le condizioni di vita degli agricoltori, favorendo altresì l’educazione finanziaria ed al risparmio.

In Togo, la microfinanza è considerato uno strumento cardine per la lotta contro la povertà, in forte crescita negli ultimi anni (dal 2006 al 2011 i beneficiari sono quasi triplicati, passando da 360.000 ad oltre un milione).

L’iniziativa rientra tra quelle che qualificano l’Anno Internazionale delle Cooperative indetto per il 2012 dalla Assemblea delle Nazioni Unite e può contare sullo specifico know how del Credito Cooperativo italiano già sperimentato con successo con il programma “Microfinanza Campesina in Ecuador” di cui quest’anno ricorre il decennale (www.ecuador.bcc.it) e, più recentemente, con il sostegno al processo di ricostituzione della rete delle banche cooperative in Argentina.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, ,
Leggi tutto >>

BCC: conto corrente nazionale per emergenza terremoto in Emilia

23 maggio 2012, 18:49

Il Credito Cooperativo italiano ha attivato un programma di raccolta fondi denominato “Emergenza terremoto in Emilia”, con l’obiettivo di sostenere la fase di prima emergenza e la ripresa, quanto prima, delle attività economiche e produttive a seguito del sisma che ha colpito vaste zone delle province di Ferrara e Modena nella notte tra il 19 ed il 20 maggio scorsi.

[…]

Questa iniziativa, a carattere nazionale, si somma alle diverse già attuate sul territorio da parte delle Banche di Credito Cooperativo della regione sin dalle prime ore successive al sisma. In particolare, Banca Centro Emilia (Ferrara) - che ha filiali a Finale Emilia, Sant’Agostino, Buonacompra, i luoghi in cui le scosse hanno inferto i colpi più duri alle abitazioni dei privati, al patrimonio artistico e alle attività produttive – ha stanziato sin da subito un plafond iniziale di 10 milioni di euro destinato a finanziare le opere di ricostruzione. La BCC ha inoltre attivato un’iniziativa di solidarietà attraverso la sottoscrizione di un’obbligazione etica, garantita dal Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti delle BCC, della durata di 5 anni al tasso del 3% che andrà a incrementare il plafond già stanziato dalla BCC. Emilbanca (Bologna) ha invece messo a disposizione 30 milioni per i privati ed altri 30 per le imprese, con particolare riguardo a quelle agricole, attivando una moratoria di 12 mesi sui finanziamenti che riguardano immobili danneggiati dal terremoto.

Il Credito Cooperativo, con il coordinamento di Iccrea Holding SpA, sta inoltre lavorando alla definizione di ulteriori misure a beneficio delle imprese e delle famiglie produttrici del territorio.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:, ,
Leggi tutto >>

Il Credito Cooperativo sostiene la nuova cattedra di Storia della Chiesa Contemporanea "Paolo VI" dell’Università Lumsa di Roma

18 maggio 2012, 18:52

E’ stata presentata questa mattina a Roma, presso la Sala Stampa Vaticana, la nuova Cattedra in Storia della Chiesa Contemporanea della Università LUMSA (Libera Università degli Studi Maria SS. Assunta), che sarà dedicata alla
memoria ed al Magistero di Papa Paolo VI.

[…]

Il Credito Cooperativo ha difatti deciso di sostenere per il prossimo triennio l’attività didattica e di ricerca della nuova Cattedra (l’avvio sarà in ottobre con il nuovo Anno Accademico) consapevole – come ha sottolineato Gatti - della
importanza di approfondire nell’attuale momento storico la figura e l’opera di un Pontefice che ha vissuto anni di grande trasformazione sociale ed ecclesiale ed i cui insegnamenti sono oggi ancora di stretta attualità.

[…]

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Una settimana dedicata alla cooperazione in Europa

24 aprile 2012, 13:32

Una settimana dedicata alla cooperazione in Europa. E’ questa una delle iniziative in corso presso il Parlamento Ue per celebrare il 2012 Anno Internazionale delle Cooperative, occasione per riconoscere il ruolo prezioso “anticiclico” e “anticrisi” svolto dalle imprese cooperative per la ripresa economica dell’Europa. Un ruolo che va riconosciuto e sostenuto anche dai regolatori.

In questa logica verrà presentato domani, presso il Parlamento Europeo a Bruxelles, nel corso dell’evento organizzato dalla European Association of Cooperative Banks (EACB), l’appello alle Istituzioni Comunitarie Ue sottoscritto da oltre 110 studiosi da tutta Europa, tra cui Romano Prodi, economista ed ex Presidente della Commissione Europea e del Consiglio Italiano, e Sir Partha Dasgupta, economista dell’università di Cambridge e della London School of Economics, affinché le disposizioni europee in materia bancaria tengano conto delle specificità delle banche cooperative, e in generale del credito locale.

[…]

Nel testo dell’appello, sottoscritto nell’ambito di un convegno organizzato da Euricse, si ribadisce che “è fonte di grande preoccupazione assistere all’impostazione di un nuovo quadro regolamentare per gli istituti finanziari che mette a repentaglio la possibilità di sopravvivenza delle banche cooperative e locali”, in quanto il suo “approccio indifferenziato in realtà penalizza le banche che meno hanno contribuito all’insorgere della crisi e che si sono rivelate le migliori nel mitigarne le conseguenze”.

[…]

Le nuove direttive – prosegue l’Appello – comportano costi che pesano molto di più, in proporzione, sulle banche locali e cooperative, per la quantità di adempimenti anche tecnologici che impongono, con l’effetto di ridurre la disponibilità di credito aumentandone nel contempo il costo”. Misure non necessarie, come dimostra il fatto che negli Stati Uniti, dove si sono analizzati questi effetti indesiderati, “le banche locali sono state esentate dalle nuove misure in tema bancario”.

I firmatari dell’appello chiedono pertanto a policymaker e legislatori europei di riconoscere le specificità che distinguono le banche locali e cooperative, impegnandosi nel realizzare le seguenti proposte:

  • adottare un efficace principio di proporzionalità nell’adattare i nuovi standard
  • esentare le banche cooperative dai requisiti che non sono conformi al suo modello d’impresa
  • effettuare una stima dell’impatto sui diversi tipi di banche e di imprese, prima dell’introduzione di una misura;
  • rivedere la scansione temporale dell’introduzione delle nuove direttive, tenendo conto dell’effetto sulle diverse strutture industriali a livello nazionale e delle conseguenze sul processo di ripresa dalla crisi economica.

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>

Credito Cooperativo: Dell’Erba confermato alla presidenza del Fondo di Garanzia dei Depositanti

16 aprile 2012, 13:06

Augusto dell’Erba, avvocato civilista, è stato confermato, per il triennio 2012 – 2015, Presidente del Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo italiano. La nomina di dell’Erba è avvenuta nell’ambito della prima riunione del rinnovato Consiglio di Amministrazione del Fondo, tenutasi a Roma nei giorni scorsi.

[…]

Il Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo, istituito nel 1997 sulla base del pre-esistente Fondo Centrale di Garanzia del Credito Cooperativo (nato nel 1978, molto prima che questa forma di tutela diventasse obbligatoria per legge) è un fondo obbligatorio caratterizzato dalla propria vocazione volta a prevenire stati di crisi delle 400 BCC, Casse Rurali e Casse Raiffeisen consorziate e costituisce uno dei pilastri del sistema originale di tutela che il Credito Cooperativo offre ai propri depositanti e risparmiatori. Grazie alla sua azione, soprattutto dallo scoppio della crisi, il sistema del Credito Cooperativo ha potuto confermare il proprio ruolo anticiclico, continuando ad essere vicino a famiglie ed imprese nella logica della solidarietà di sistema e senza alcun intervento di carattere pubblico. Un valore, questo, che il Presidente dell’Erba ha sottolineato nel suo indirizzo di saluto al Consiglio subito dopo la nomina.

Alla tutela del Fondo prevista dalla legge in caso di default (per l’ammontare di 100 mila euro per depositante), il Credito Cooperativo somma anche la tutela del proprio Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti (FGO) che offre ai possessori di obbligazioni emesse dalle BCC una tutela aggiuntiva di pari importo. Nello scorso dicembre, infine, la Banca d’Italia ha approvato lo Statuto del prossimo Fondo di Garanzia Istituzionale (FGI) che, assorbendo le competenze dell’attuale FGO, estenderà ulteriormente le tutele a favore dei clienti e depositanti, rafforzando il network delle Banche di Credito Cooperativo.

Leggi il comunicato stampa

VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Banche di Credito Cooperativo
Tags:,
Leggi tutto >>
Pagina 1 di 4123...Ultima »
/div