Intesa-Sanpaolo: approvati i risultati del I semestre 2011

5 Agosto 2011, 18:20

Si è riunito oggi sotto la presidenza di Andrea Beltratti il Consiglio di Gestione di Intesa Sanpaolo, che ha approvato la relazione semestrale consolidata al 30 giugno 2011.  

Il Gruppo anche nel primo semestre del 2011 ha continuato a perseguire l’obiettivo prioritario della redditività sostenibile fondata sulle scelte strategiche riguardanti non solo i ricavi e i costi ma anche la liquidità, la solidità e il contenuto profilo di rischio, che hanno caratterizzato Intesa Sanpaolo in tutti gli esercizi dalla fusione. Il focus sulla solidità e sulla liquidità si è tradotto in un Core Tier 1 ratio al 10,2% e in attività liquide per circa 80 miliardi di euro a fine giugno 2011, nonché nel rispetto già ad oggi del requisito di liquidità Net Stable Funding Ratio previsto da Basilea 3. Tale focus - che assicura una redditività sostenibile nel medio termine - si riflette nel breve periodo in qualche sacrificio per i risultati economici, ma le politiche gestionali di Intesa Sanpaolo hanno portato a registrare una redditività robusta anche nel secondo trimestre 2011, con:

  • proventi operativi netti in crescita rispetto sia al secondo trimestre 2010 sia al primo trimestre 2011. Se si escludono dal risultato di negoziazione del secondo trimestre 2011 le plusvalenze derivanti dalle operazioni Prada e Findomestic, i proventi operativi netti si confermano in aumento rispetto al secondo trimestre 2010, mentre registrano una flessione rispetto al primo trimestre 2011, interamente dovuta al minor apporto del risultato dell’attività di negoziazione conseguente al peggioramento dei mercati finanziari per le tensioni nell’area euro;
  • costi operativi in linea con il secondo trimestre 2010 e in leggera crescita - di natura stagionale - rispetto al primo trimestre 2011;
  • rettifiche su crediti in flessione rispetto al secondo trimestre 2010 e in contenuto aumento rispetto al  primo trimestre 2011.

Il che ha condotto alla generazione di un utile netto consolidato del Gruppo nel secondo trimestre 2011 pari a 741 milioni di euro, in crescita del 12,1% rispetto ai 661 milioni del precedente trimestre e in diminuzione del 26% rispetto ai 1.002 milioni del secondo trimestre 2010 (che aveva beneficiato di circa  650 milioni di plusvalenza netta dalla cessione dell’attività di securities services), e nel primo semestre 2011 pari a 1.402 milioni, in flessione del 17% rispetto ai 1.690 milioni del primo semestre 2010.

L’utile netto consolidato normalizzato - calcolato escludendo le principali componenti non ricorrenti - è ammontato nel secondo trimestre 2011 a 529 milioni di euro, in diminuzione del 30,6% rispetto ai 762 milioni del precedente trimestre e in aumento del 5,8% rispetto ai 500 milioni del secondo trimestre 2010, e nel primo semestre 2011 a 1.291 milioni, in crescita del 6,7% rispetto ai 1.210 milioni del primo semestre 2010.

[…]

Leggi il comunicato stampa

Share your vote!


How this post make you feel?
  • Fascinated
  • Happy
  • Sad
  • Angry
  • Bored
  • Afraid
VOTA E CONDIVIDI QUESTO POST: vota su Wikio vota su OKNotizie condividi su Segnalo vota su Diggita vota su Fai Informazione Facebook del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz
Categorie: Intesa-Sanpaolo
Tags:, , ,


No comments yet.

Leave a comment

/div